Quantcast

Stadio, ora c’è l’ipotesi Borgosatollo

Il patron del Brescia Calcio Gino Corioni nei giorni scorsi ha effettuato un sopralluogo al centro sportivo comunale per valutare la possibilità di un nuovo impianto.

(red.) Il presidente del Brescia Calcio ha innescato la miccia, annunciando di voler portare gli allenamenti delle rondinelle e le partite fuori dallo stadio Rigamonti, struttura ritenuta inadeguata, sollevando le ire dei tifosi.
Il sindaco Paroli ha stigmatizzato le parole del patron dei biancoblu, rilanciando il progetto della Cittadella dello Sport, arenato nelle sabbie dei conti che non tornano, e il Pd ha rimarcato invece la necessità di porre mano alle fatiscenti gradinate di Mompiano, pensando ad una ristrutturazione del vecchio impianto sportivo.
Ma ora si aggiunge una nuova indiscrezione, ovvero l’ipotesi che lo stadio possa trovare una giusta collocazione a Borgosatollo. E dove precisamente? In un’area di circa 140mila metri quadrati, a fianco del nuovo casello autostradale di Brescia Sud, terreno che è per la maggior parte di proprietà di Centropadane.
La notizia è trapelata a seguito del sopralluogo effettuato nei giorni scorsi nel centro sportivo comunale da parte dello stesso Corioni accompagnato dal figlio Fabio e dal direttore sportivo Andrea Iaconi.La visita era finalizzata, come è emerso successivamente, a valutare l’ipotesi di creare proprio in quel luogo la nuova struttura destinata ad ospitare le partite del Brescia, ma non solo.
Nel Pgt del Comune la stessa area è stata inserita come “zona da sviluppare”, senza più dunque il vincolo di “area agricola strategica”. La logistica giocherebbe poi a favore di un impianto collocato proprio a Borgosatollo: vicino all’autostrada A21, ma anche alla Sp 19 , la cosiddetta “Corda Molle” e non lontana nemmeno dall’aeroporto “D’ Annunzio” di Montichiari. Staremo a vedere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.