Quantcast

E’ morta la 43enne di Roccafranca

Giuditta Vozzolo era rimasta coinvolta in un incidente avvenuto domenica mattina alle 4 sulla Sp20 a Comezzano-Cizzago. E' spirata dopo quattro giorni di agonia.

(red.) E’ deceduta, dopo quattro giorni in cui ha lottato fra la vita e la morte la donna etiope rimasta coinvolta in un drammatico incidente avvenuto nella notte fra sabato e domenica a Comezzano-Cizzago.
Giuditta Vozzolo, 43 anni, residente a Roccafranca, viaggiava sul sedile anteriore di una  Bmw con altre tre persone. La vettura è uscita di strada sulla  Sp 20 attorno alle 4 di domenica, andando a schinatrasi contro il guard rail.
La 43enne era stata trasferita in condizioni disperate all’ospedale Civile di Brescia, quindi a quello di Desenzano, dove è spirata. Sulla Bmw si trovavano, oltre all’utista 35enne, altre due persone: M.G. 25 anni originario di Comezzano e D.P. di Milzano, tutti fuori pericolo o con ferite lievi.
Giuditta lascia il marito e quattro figli. Per la sua morte è indagato il 35enne C.S. di Roccafranca che si trovava alla guida dell’auto: nel sangue dell’uomo è stato riscontrato un tasso alcolemico di 1,72 mg/litro.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.