Quantcast

Broletto: “No alla moschea a Cologne”

La Provincia di Brescia ricorre al Tar chiedendo l'annullamento della variante al Pgt colognese. "Il terreno deve restare agricolo". Una nuova puntata della lunga querelle.

Più informazioni su

    (red.) La Provincia di Brescia ricorre al Tar contro il comune di Cologne che ha destinato, nel suo Pgt, un terreno agricolo alla costruzione di un edificio di culto.
    Una querelle che da tempo tiene banco sia tra i banchi della stessa amministrazione franciacortina, sia tra quelli del Broletto che ora ha deciso di rompere gli indugi e fare sentire in modo netto la propria contrarietà al progetto di una possibile e futuribile moschea inserita all’interno di un nuovo comparto direzionale e commerciale.
    Per l’ente bresciano il terreno deve restare agricolo e per questo è stato richiesto al Tribunale amministrativo l’annullamento della variante al Pgt colognese votata la termine di un’infuocata seduta comunale lo scorso 12 gennaio.
    La variante era stata giudicata compatibile dalla Giunta guidata dal leghista Daniele Molgora con il Piano territoriale di coordinamento provinciale, Ptcp, solamente nella misura in cui  rispettasse le prescrizioni in tema di “trasformazioni in zone agricole”. Così non è avvenuto e il Broletto ha avviato il ricorso.
    Contro l’ipotesi di una moschea a Cologna la Lega Nord ha attuato una vera e propria campagna con raccolta firme, manifestazioni, e presentazione di osservazioni al Pgt da parte dei delle amministrazioni limitrofe a Cologne (Chiari, Coccaglio e Palazzolo) e, anche, un’interrogazione all’ex ministro dell’Interno Roberto Maroni a firma del sindaco e senatore del Carroccio di Chiari Sandro Mazzatorta.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.