Quantcast

Lo smog c’è, le targhe alterne anche

Prosegue, sino a diverso ordine, l'ordinanza in vigore dallo scorso 22 febbraio. I livelli delle polveri sottili, seppur in lieve calo, restano sopra la soglia di allarme.

Più informazioni su

(red.) Ancora per questo martedì e per mercoledì, mettiamoci il cuore in pace, prosegue il regime delle targhe alterne in città e nei 19 comuni bresciani che hanno aderito al Protocollo sulla qualità dell’aria siglato in Loggia nell’ottobre scorso.
Di pioggia se ne è vista poca, molto più forte, invece, il vento che ha soffiato sulla provincia, insufficiente però, al momento, a ripulire l’aria dagli inquinanti.
Soltanto oggi si saprà se l’ordinanza, in vigore dal 22 febbraio, verrà sospesa perchè sono venute meno le circostanze che hanno dettato la sua introduzione, ovvero, se per due giornate consecutive, in almeno tre delle quattro centraline prese in esame, il livello delle Pm10 si abbasserà sotto la soglia limite di 50 microgrammi per metro cubo.
Intanto proseguono anche i controlli della Polizia Locale sul parco auto in circolazione: lunedì sono state sanzionate 30 vetture che non hanno rispettato l’ordinanza.
Per quanto riguarda poi i valori delle ultime registrazioni Arpa, lunedì al Broletto la centralina ha archiviato un livello pari a 54 microgrammi per metro cubo, in calo rispetto alle rilevazioni dello scorso week end, al Sereno il livello è stato di 48 e, sotto la soglia di allarme, anche a Odolo (33), mentre a Rezzato e Sarezzo ancora superamenti pari rispettivamente a 57 e 60.
Dall’inizio dell’anno la centralina posta in centro storico ha segnato 49 giorni di esuberi, 48 quella al Villaggio Sereno, 52 a Rezzato e 46 a Sarezzo, ben oltre il limite fissato per legge (e calcolato su 12 mesi) di 35 giornate.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.