Quantcast

Piazza Loggia, primo lunedì senz’auto

Dopo gli annunci delle scorse settimane, entra in vigore l'ordinanza restrittiva per i veicoli privati. Possono transitare soltanto autobus e taxi.

(red.) Come annunciato nelle scorse settimane, da lunedì mattina è partita la pedonalizzazione di piazza Loggia, a Brescia. Dopo la trasformazione in area pedonale (leggi qui) di corso Mameli, corso Palestro, piazzetta Bell’Italia, piazza Mercato e piazza Paolo VI, la giunta ha deliberato la pedonalizzazione della piazza. “Il risultato”, spiega una nota stampa, “è il frutto di una collaborazione tra gli assessorati alla Mobilita e traffico, al Commercio e al Centro storico, ritenuta necessaria dopo i rilevamenti sui flussi del traffico veicolare, che hanno evidenziato come in piazza Loggia passavano circa 1.600 veicoli al giorno (bus, vetture private e veicoli commerciali)”.
“Si tratta di una tappa fondamentale all’interno del progetto che prevede la pedonalizzazione ragionata del centro storico”, ha dichiarato il vicesindaco e assessore alla Mobilità e traffico, Fabio Rolfi. “Da oggi entrano quindi in vigore le nuove norme sulla viabilità del centro, in particolare per quanto riguarda la piazza centrale della città. L’obiettivo è quello di trasformare, passo dopo passo, il cuore di Brescia, avvicinandosi sempre di più agli standard di una città mitteleuropea, ricercando e coniugando maggior vivibilità e accessibilità grazie anche alle politiche di incentivazione della mobilità sostenibile avviate di pari passo con la pedonalizzazione”.
Il vicesindaco Rolfi ha risposto anche alle critiche mosse dall’opposizione: “Non abbiamo fatto alcun passo indietro bensì passi in avanti. Ricordo che ai tempi di Corsini, piazza Loggia era transitabile da residenti e possessori dei permessi “CS”, oltre che utilizzata come parcheggio da consiglieri e assessori. A partire da oggi, e gradualmente con l’avvio del Metrobus, stiamo pedonalizzando, in maniera concertata e condivisa, diversi luoghi del centro storico tenendo conto delle esigenze di sosta dei residenti, delle aspettative dei commercianti e più in generale dell’accessibilità del centro che deve vedere nella pedonalizzazione un’occasione di rilancio e non un pericolo.”.
Con questo nuovo provvedimento, ufficialmente operativo a partire da oggi, l’accesso alla piazza sarà consentito esclusivamente ad autobus e taxi fino all’entrata in funzione della metropolitana e a Forze dell’ordine, veicoli del 118 e veicoli con contrassegno invalidi. Verrà introdotto in via A. Volta l’obbligo di svoltare a destra. Saranno poi installati due nuovi portali d’accesso Ztl, che saranno collocati in largo Formentone (per consentire l’accesso solo ai veicoli sopra indicati) e in corsetto S. Agata (per consentire il transito solo ai veicoli dei residenti e autorizzati all’accesso in Ztl). I veicoli commerciali autorizzati avranno la possibilità di transitare in piazza Loggia e in corsetto S. Agata in una finestra oraria ben precisa (dalle 6,30 alle 10) e in largo Formentone verranno individuati spazi adeguati per le attività di carico/scarico. Accanto alla chiusura al traffico, l’amministrazione comunale ha deliberato nei mesi scorsi un provvedimento che permette alle attività commerciali della zona di intraprendere nuove iniziative, grazie a uno sconto del 50% sulle tariffe del canone di occupazione del suolo pubblico, con esclusivo riferimento all’estensione di plateatici già esistenti. Tutte le informazioni si possono reperire sul sito internet: www.bresciainfo.com

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.