Quantcast

La Brambilla: “Green Hill alla fine chiuderà”

L'ex ministro è tornata a Montichiari per dare sostegno agli attivisti che da venerdì scorso sono in sciopero della fame per chiedere la chiusura dell'allevamento di cani beagle.

(red.) E’ sicura l’ex ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla: “Green Hill alla fine chiuderà, non può essere altrimenti”.
La Brambilla giovedì mattina è tornata a Montichiari (Brescia) per dare sostegno agli attivisti che da venerdì scorso sono in sciopero della fame per chiedere la chiusura dell’allevamento di cani beagle destinati alla sperimentazione.
“La Commissione affari sociali”, ha ricordato l’onorevole, “ha approvato la norma che emenda la legge comunitaria per vietare in Italia l’allevamento di animali da laboratorio”. L’arrivo in Aula è previsto per metà gennaio: “Non darò tregua a Green Hill e a chi lo protegge”, ha assicurato la Brambilla. “Questa vergogna nazionale deve finire”.
Anche gli attivisti hanno fatto sapere di non voler deporre le armi: “Non molliamo”, hanno detto dal presidio davanti al municipio di Montichiari, “ci aspettiamo che la Procura interrompa la barbarie di Green Hill con un provvedimento di sequestro temporaneo con decorrenza immediata”.
Secondo Elisabetta Cattaneo, portavoce del gruppo, “Il sindaco Elena Zanola deve revocare immediatamente l’autorizzazione all’allevamento, in attesa del pronunciamento della Procura” e mentre il pm di Brescia Lara Ghirardi sta indagando sui presunti episodi di maltrattamento su cuccioli di beagle allevati a Green hill.
“Valuteremo nelle prossime ore se continuare il presidio”, ha concluso la portavoce, “ma non abbasseremo la guardia. Invitiamo, anzi, tutti i cittadini a scendere in piazza con noi, perché andremo avanti fino a che Green Hill non chiuderà”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.