Quantcast

Cittadella dello sport, il sì del Coni

Più informazioni su

    cittadellasportmini.jpgPer Ugo Ranzetti il palazzetto è "prioritario". L'opposizione: "L'area va destinata a parco".


    cittadella_sport1.jpg
    (red.) Il presidente del Comitato provinciale del Coni, Ugo Ranzetti, ha espresso il proprio parere positivo alla realizzazione della Cittadella dello Sport sul parco delle Cave, non prima però che venga costruito il palazzetto dello spot, definito” prioritario”.
    Ranzetti è intervenuto durante la seduta della commissione Grandi Impianti Sportivi Integrati, che si è svolta mercoledì e in cui è stata passata in rassegna la situazione degli impianti sportivi nella provincia bresciana che, agli occhi del presidente del Coni appare “insufficiente”.
    Dall’incontro è emerso che il numero di chi pratica sport nel Bresciano è superiore a quello della provincia di Milano e, in generale, di tutta Italia, e per Ranzetti “è necessario che Brescia si doti di impianti polivalenti”.
    Il numero uno del Coni ha poi approvato la decisione della giunta Paroli di costruire la Cittadella dello Sport in una zona “sprovvista di grandi impianti sportivi” (leggi qui e qui).
    Per Ranzetti andrebbero però fissate alcune priorità: innanzitutto il palazzetto dello sport, quindi la costruzione della pista di atletica, coperta e scoperta, e infine anche lo stadio.
    Il placet del presidente del Coni ha però trovato la contrarietà dei commissari dell’opposizione che hanno espresso il parere negativo nei confronti della realizzazione della Cittadella dello Sport. Per il fronte del “no” essa verrebbe costruita su terreno inquinato e “con compensazioni urbanistiche ancora poco chiare e con una quantità di verde insufficiente” .
    Il consigliere comunale del Pd Valter Muchetti ha rimarcato come “il milione e duecento mila metri quadrati su cui poggerebbe la Cittadella dello Sport è in stato di degrado a causa dei lavori di cavazione” e che la zona, una volta terminati i lavori di escavazione, dovrebbe invece “essere destinata a Parco”.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.