Quantcast

Brescia, sette incontri speciali per conoscere la storia della città

Con Fondazione Brescia Musei un’occasione unica per approfondire curiosità e aspetti poco noti dei luoghi e delle collezioni museali. Ecco il programma da gennaio a giugno. Il primo appuntamento domenica 30.

Più informazioni su

(red.) Domenica 30 gennaio inaugura presso Brixia. Parco archeologico di Brescia romana il ciclo di incontri ideati e progettati dalla Fondazione Brescia Musei – Servizi Educativi, dedicati a tutti coloro che vogliano approfondire argomenti e temi che coinvolgono il ricco patrimonio artistico delle collezioni museali.
Eventi che affiancano le collezioni permanenti e le mostre temporanee che si tengono nelle sedi museali gestite dalla Fondazione, public programs destinati a un pubblico vario e appassionato che frequenta il museo come luogo di interesse, di crescita e di scambio.
Il ciclo di incontri, con cadenza mensile, da gennaio a giugno 2022, prevede sette percorsi speciali, che si terranno la domenica mattina alle ore 10,30 e avranno la durata di circa un’ora e mezza – due saranno gli appuntamenti di marzo e giugno – e che condurranno il pubblico a scoprire in modo inedito il patrimonio museale della città di Brescia, solleticando curiosità e svelando aspetti poco noti dei luoghi e delle collezioni.

L’appuntamento del 30 gennaio, Tra cardi e decumani. La costruzione di una città romana sarà l’occasione per conoscere il parco archeologico dell’antica Brixia e approfondire quali fossero gli elementi imprescindibili che non potevano mancare nella fondazione di una città romana.
Domenica 6 marzo, in occasione della Giornata internazionale della donna, presso la Pinacoteca Tosio Martinengo si propone Voci di corridoio, un percorso che intreccia le storie di grandi donne pittrici o ritratte nei meravigliosi dipinti della Pinacoteca con le voci dirette delle protagoniste: Eleonora d’Este, ritratta idealmente da Antonio Canova, o la poetessa Tullia D’Aragona, forse immortalata da Moretto, saranno la suggestione con cui approfondire aneddoti e dati storici della straordinaria collezione del conte Tosio.
Il 27 marzo Miyhos: figure fantastiche, dei ed eroi della mitologia greca e romana, raffigurati nelle preziose testimonianze materiale esposte al Museo di Santa Giulia, saranno i protagonisti del percorso che porterà il pubblico all’origine della cultura immateriale del Mediterraneo antico: Mythos, un viaggio coinvolgente tra storie intricate e affascinanti giunte fino a noi dall’antichità.
L’appuntamento del 24 aprile sarà l’occasione per conoscere La vita a Brescia nel Medioevo, itinerario che condurrà il pubblico alla scoperta di luoghi scomparsi o cambiati, edifici di culto o espressione di antichi poteri pubblici, partendo dal racconto di alcuni aspetti della vita quotidiana a Brescia nel Basso Medioevo e dei principali edifici cittadini, attraverso l’osservazione dei reperti conservati nel Museo di Santa Giulia.
Che c’è per cena? Ricette e segreti di un banchetto romano: l’incontro del 29 maggio, al Museo di Santa Giulia, sarà dedicato alla scoperta di sapori, profumi e colori delle “improbabili” pietanze di cui gli antichi erano tanto orgogliosi.
Due infine gli appuntamenti previsti per il mese di giugno, il primo, domenica 12, sarà una speciale visita guidata in Castello, teatro nei secoli di episodi cruciali per la storia di Brescia, in cui anche gli amici a 4 zampe saranno accolti e invitati a partecipare. Castello, da rocca militare a luogo di svago e cultura, un percorso da vivere assieme ai propri cani, tra le bellezze della Rocca Cidnea, per scoprire la storia e le complesse architetture di una delle fortezze più grandi d’Europa.
Chiude il ciclo di appuntamenti delle domeniche dell’arte l’appuntamento del 26 giugno presso Brixia. Parco archeologico di Brescia romana dedicato a Il mito del volo. Dalla vittoria alata all’impresa di Fiume. Un percorso che partendo dalla Vittoria Alata indaga il fascino che da sempre ha sull’uomo l’idea del volo, dall’antichità alla contemporaneità. Uno su tutti Gabriele D’Annunzio che dedicò alcuni versi proprio alla Vittoria Alata.

Informazioni pratiche. Il costo di ogni singolo incontro è di 10 euro, comprensivi di ingresso e servizio guida; 6.50 euro per la visita guidata in Castello del 12 giugno che non prevede ingressi nelle sedi museali. Prenotazioni: Cup Centro Unico Prenotazioni 030.2977833-834 santagiulia@bresciamusei.com.
Gli itinerari si tengono tutti la domenica mattina alle ore 10,30 con una durata prevista di ore 1,30. Ritrovo: presso la biglietteria delle singole sedi museali. Per il Castello il punto di ritrovo è presso l’Infopoint
L’accesso alle sedi museali è consentito esclusivamente ai soggetti muniti di Super Green Pass, cioè un green pass di vaccinazione o di guarigione. Si ricorda che è necessario anche mostrare un documento di identità in corso di validità. Sono esenti da verifica i minori di 12 anni e i soggetti esenti sulla base di idonea certificazione (art. 3 comma 3 D.L. 105 del 23 luglio 2021). In caso di dichiarazioni non veritiere la Fondazione non effettuerà alcun rimborso del titolo di ingresso. È garantito il rispetto di tutte le norme anti Covid-19 (distanziamento, igiene e sanificazione).

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.