Quantcast

Brescia, “Carmine arcobaleno contro le discriminazioni”

Sabato 20 novembre, in occasione del Transgender Day of Remembrance, il personale dei bar e ristoranti del quartiere Carmine di Brescia, aderenti all'associazione "Carminamo" indosserà una mascherina arcobaleno.

(red.) Sabato 20 novembre, il personale dei bar e ristoranti del quartiere Carmine di Brescia, aderenti all’associazione “Carminamo” indosserà una mascherina arcobaleno.
“Un segno”, spiega Francesco Catalano, Presidente dell’ associazione, “per far riflettere su un tema attuale nostro Paese, dove ancora oggi manca una legge contro l’omotransfobia e  contro la misoginia e l’abilismo, per contrastare le discriminazioni fondate su orientamento sessuale, identità di genere e disabilità, una legge che  amplia l’ambito di applicazione dei delitti contro l’eguaglianza già previsti dal Codice penale. L’onorevole Alessandro Zan aveva proposto un Ddl, che porta il suo nome e che purtroppo è stato bloccato”.
“Sabato 20 novembre”, ricorda Catalano, “è anche il giorno in cui si celebra il TDoR: il Transgender Day of Remembrance. E’ una ricorrenza introdotta da Gwendolyn Ann Smith (attivista transgender) in ricordo di Rita Hester, una donna trans assassinata a coltellate nel proprio appartamento di Boston nel 1998. Si tratta di una giornata che ogni anno in tutto il mondo ricorda le vittime dell’odio transfobico e che serve anche per fare il punto della situazione sulla condizione sociale e politica delle persone trans”.

“L’associazione Carminiamo”, chiosa il presidente, “attraverso piccoli ma emblematici gesti, spera di sensibilizzare tutti i frequentatori del Carmine per contribuire a creare una società senza alcun tipo di discriminazione”.
“Indossare una mascherina arcobaleno il 20 novembre per Caminiamo e per chi vi aderisce ha quel significato: ricordare che la strada da fare è ancora molta affinché tutte le persone, senza alcuna distinzione, possano sceglie di che colore brillare, o se, invece, risplendere con tutta la tavolozza dell’arcobaleno”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.