Quantcast

Questura, nuovi dirigenti alla Digos, Mobile e Anticrimine

Giada Pecoraro vice dirigente della Digos di Brescia, Carmelo Alba a capo della Squadra Mobile e Marco Dell’Arte al vertice della locale Divisione Anticrimine.

Più informazioni su

(red.) Sono tre i nuovi dirigenti alla Questura di Brescia alla D.I.G.O.S., alla Squadra Mobile e alla Divisione Anticrimine.

Si tratta del Vice questore aggiunto Giada Pecoraro che è divenuta il neo dirigente della DIGOS della Questura di Brescia dal 1° ottobre. Siciliana, dopo la maturità classica, si è laureata in Giurisprudenza.

questura nomine

Nel dicembre 2008, superato il concorso per la nomina a Commissario della Polizia di Stato, ha frequentato a Roma il 99esimo Corso di formazione biennale presso la Scuola Superiore di Polizia, ove ha conseguito il Master di II livello in Scienze della Sicurezza, operato in partnership con l’Università la “Sapienza”.  Nel dicembre del 2010, è stata destinata alla Questura di Enna.

Nella città siciliana, sino al gennaio del 2017, ha svolto le funzioni di Dirigente della DIGOS e di Capo di Gabinetto, oltre a quelle di Portavoce Responsabile per la Comunicazione interna nonché Responsabile dell’Ufficio Stampa e dell’U.R.P.

Promossa nel mese di giugno 2016, alla qualifica di Vice Questore Aggiunto della Polizia di Stato, nel gennaio del 2017, è stata trasferita alla Questura di Trieste. Nel capoluogo giuliano, è stata nominata Funzionario Addetto alla DIGOS e Dirigente dell’Ufficio Immigrazione (incarico, quest’ultimo, che ha mantenuto sino al mese di settembre dello stesso anno). Dal mese di ottobre del 2017, ha svolto le funzioni di Vice Dirigente della DIGOS e Dirigente della 3° Sezione Antiterrorismo.

Siciliano, il Vice questore Carmelo Alba è entrato nella Polizia di Stato nel 2005, frequentando il 96esimo corso per Funzionari della Polizia di Stato.
Al termine del biennio di formazione presso la Scuola Superiore di Polizia a Roma, viene assegnato alla Questura di Reggio Calabria, dove presta servizio quale addetto all’UPGSP e poi dirigente dell’Ufficio Immigrazione.
Trasferito alla Questura di Messina, dirige i Commissariati di Pubblica Sicurezza di Sant’Agata Militello e di Patti.

questura nomine

Nel 2017, assume la direzione della Sezione Criminalità Organizzata della Squadra Mobile di Messina, preposta alle indagini di criminalità mafiosa relative al territorio del distretto peloritano.
Dal giugno 2019, è designato quale dirigente della Squadra Mobile di Perugia.

Dopo la frequenza del 36esimo Corso di Alta Formazione presso la Scuola di Perfezionamento per le Forze di Polizia, dal 1 settembre 2021 è trasferito alla Questura di Brescia, ove ha assunto l’incarico di Dirigente della locale Squadra Mobile.

Siciliano, il Vice questore Marco Dell’Arte è entrato nella Polizia di Stato nel 2002, venendo assegnato nel medesimo anno, al termine del biennio di formazione presso la Scuola Superiore di Polizia a Roma, alla Questura di Enna, dapprima all’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico e poi, nel 2004, quale Dirigente il Commissariato di Leonforte.
Nel 2009 diviene Funzionario addetto del Commissariato di Acireale (CT) e, nel 2013, Dirigente il Commissariato di Lentini (SR).

questura nomine

Dal 2019 al 2021 ha assunto il ruolo di Dirigente facente funzioni la Divisione Anticrimine della Questura di Belluno.
Nel corso della carriera ha ottenuto riconoscimenti e premi per l’attività di servizio ed ha frequentato numerosi corsi di formazione. Oltre alla Laurea in Scienze Politiche, indirizzo Politico-Amministrativo, è inoltre laureato in Scienze delle Pubbliche Amministrazioni (2006) ed è attualmente iscritto al corso di Laurea Magistrale in Giurisprudenza.

Dal I settembre 2021 è trasferito alla Questura di Brescia, ove ha assunto l’incarico di Dirigente della locale Divisione Anticrimine.  

 

 

 

 

 

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.