Quantcast

“A Brescia si tenta di impedire e contenere la partecipazione popolare”

La protesta del Comitato per la Salute, Rinascita e Salvaguardia del Centro Storico contro la decisione del Comitato per la sicurezza di evitare manifestazioni nelle piazze del centro durante il fine settimana.

(red.) Con una nota diffusa alla stampa, il Comitato per la Salute, Rinascita e Salvaguardia del Centro Storico di Brescia contesta “la decisione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza, presieduto dal Prefetto alla presenza delle Forze dell’ordine e delle autorità cittadine, di stabilire giorni e luoghi dove poter manifestare nel centro storico di Brescia”.

Si tratta, secondo il Comitato per il Centro Storico, di “una chiara limitazione della libertà su come, quando e dove manifestare, sancita dalla legge e dalle convenzioni internazionali. In questo provvedimento vengono confusi rischi di eventuali reati con la libera circolazione delle idee e il diritto di mobilitarsi con un crescendo di decisioni che sembrano sempre più da regime autoritario”.

L’invito alle forze dell’ordine da parte della prefettura è di fare in modo che le principali piazze cittadine (Loggia, Vittoria, Duomo e Mercato) restino escluse il venerdì e il sabato dai percorsi delle manifestazioni. “Sconcerta che questo possa avvenire nel fine settimana per non creare ‘problemi’ alla solita lobby dei commercianti”, commenta il Comitato per il Centro Storico, “ma, soprattutto, col palese tentativo di impedire e contenere la partecipazione popolare nelle giornate in cui il tempo libero è maggiormente fruibile”.

“Insomma”, si tratterebbe “dell’ennesimo tentativo di far conciliare gli interessi economici e, al contempo, di indebolire l’agibilità politica in città. Sconcerta non poco che questa grave decisione sia stata presa di concerto con la giunta ‘democratica’ di Brescia che, alla luce di questi provvedimenti, non fa che creare ancora più viva preoccupazione e rabbia fra i sinceri democratici”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.