Quantcast

Statua decapitata, individuato il responsabile

Sarebbe già stato individuato l'autore dell'azione vandalica commessa nel fine settimana: si tratterebbe di un 20enne che era salito sul manufatto per farsi un selfie.

(red.) Sarebbe già stato individuato l’autore dell’atto vandalico commesso ai danni della statua di Piazza Mercato a Brescia.

Si tratta di un 20enne di origini senegalesi ma nato a Brescia, il quale si sarebbe difeso dicendo che stava solo cercando di farsi un selfie arrampicato sulla statua, quando è scivolato e, per non cadere, si è aggrappato alla testa del manufatto, che si è spezzata.

Il giovane è stato denunciato per danneggiamenti.

Le immagini di videosorveglianza avrebbero dunque contribuito a restituire l’identità dell’autore dello sfregio commesso tra sabato e domenica scorsi.

La statua, realizzata da Giovanni Antonio Labus nel XIX secolo, rappresenta un giovane con una cornucopia colma di frutta e verdura, simbolo dell’abbondanza.

Le indagini svolte dalla polizia locale avrebbero dunque permesso, in breve tempo, di dare un’identità al vandalo che, nottetempo, ha danneggiato l’antico manufatto.

La figura rappresentante un fanciullo è stata decapitata e la testa abbandonata accanto al piedistallo.

L’opera verrà restaurata, ma il responsabile dovrà assumersi, come annunciato dal sindaco Emilio Del Bono, le conseguenze penali ed amministrative del gesto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.