Quantcast

Brescia, degrado in via Marchetti: esposto del Codacons

L'associazione consumatori a difesa dei residenti delle case Aler che lamentano, da tempo, presenza di vegetazione incolta, topi ed insetti.

(red.) Protestano gli abitanti delle case popolari di Brescia, in via Marchetti, dove si assiste da tempo al proliferare di vegetazione incontrollata, presenza di topi e sciami di zanzare.
Una piccola giungla in città, vicina ad una scuola materna e al comando della Polizia Locale, nelle immediatezze del centro storico.
Da tempo i residenti hanno mosso le loro rimostranze al sindaco Del Bono, senza ottenere risposta.
La “piccola foresta cittadina” sarebbe la “creazione ” di un residente della zona, che raccoglie vegetazione in sofferenza e poi la trapianta in vasi di fortuna. Le piante e la vegetazione incolta, però attrarrebbero insetti e fauna sgradita.

Il Codacons ha annunciato di voler presentare un esposto alla Procura della Repubblica al fine di evidenziare “il degrado a cui sono costretti i cittadini e perchè si indaghi su eventuali ipotesi di reato in tema di decoro e salute pubblica”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.