Quantcast

Brescia, pusher irriducibile in bicicletta arrestato in via Milano

Il 42enne tunisino è stato fermato lunedì sera. Già dallo scorso marzo era sottoposto all'obbligo di firma.

(red.) L’altra sera, lunedì 21 giugno, gli agenti della Polizia locale di Brescia hanno arrestato un cittadino 42enne tunisino per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. E’ accaduto in via Milano, in città, nel momento in cui gli operatori che lo avevano seguito lo hanno atteso dopo che questo era appena rientrato a casa da uno dei vari giri di spaccio. Tra l’altro, l’uomo non era per nulla nuovo a quei comportamenti, visto che già alla fine dello scorso marzo era stato sottoposto all’obbligo di firma nella caserma dei carabinieri e al comando della municipale.

Ma evidentemente continuava imperterrito a fare il pusher in centro storico. Così come l’altra sera quando gli agenti della Locale lo hanno fermato mentre usciva di nuovo in bicicletta dalla sua residenza per condurre l’attività di spaccio. Addosso, infatti, aveva 6 grammi di hashish. La perquisizione si è estesa anche alla sua casa dove c’era della cocaina, altre stecche di hashish e 1.635 euro in contanti ritenuti provento dell’attività di spaccio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.