Quantcast

Servizi sociali, associazioni e cittadini in rete per l’inclusione nel quartiere Chiusure

Aiuto per i compiti dei bambini con problemi scolastici e corso di lingua italiana per mamme straniere sono solo i primi passi di un progetto molto più ampio rivolto alle famiglie in difficoltà.

(red.) La città di Brescia è stata duramente colpita dalla pandemia. Alla crisi sanitaria si è aggiunta quella economica dovuta alla chiusura di molte attività, alla perdita di lavori domestici e di cura, di occupazioni instabili e spesso non regolari, portando di fatto a una crisi sociale che ha colpito le persone più vulnerabili, facendo emergere nuove povertà.
Una serie di realtà della zona Chiusure si sono quindi chieste come poter ricominciare: aiutare le famiglie maggiormente in difficoltà, garantendo loro un supporto al fine di permettere ai figli un percorso scolastico e di apprendimento regolare e sereno.
“Insieme, Scuole (primarie e secondarie), Servizi Sociali, consiglio di Quartiere Chiusure, Punto Comunità Chiusure e associazioni del territorio si sono confrontati”, informa una nota, “su quali fossero le necessità e abbiamo condiviso quali azioni mettere in campo per fronteggiarle. Grazie alla generosità e sensibilità delle associazioni e dei cittadini, abbiamo raccolto fondi per acquistare materiale scolastico su indicazione degli insegnanti, rispondendo in modo specifico alle necessità di alcune bambine e alcuni bambini. Il Punto Comunità ha coordinato tutta l’attività e le insegnanti, dei diversi plessi scolastici, in accordo con le famiglie, hanno gestito la distribuzione agli alunni e alunne. È intenzione della rete continuare anche per il prossimo anno scolastico questa iniziativa”.

“Durante gli incontri di coordinamento è emersa anche la fatica di molte mamme”, prosegue il comunicato, “soprattutto straniere, di riuscire a garantire l’adeguato supporto ai propri figli nella gestione degli aspetti scolastici dovuto prevalentemente ad una scarsa conoscenza della lingua italiana e all’assenza di una rete familiare o di precisi riferimenti di supporto. Inoltre è emersa anche una necessità di integrare il percorso con occasioni di incontro tra le mamme per approfondire aspetti legati alla cura, alla salute e a una educazione domestica. Da queste considerazioni è nata l’idea di creare due percorsi specifici, che verranno realizzati a partire dal mese di settembre 2021:
Aiuto compiti per bambini in difficoltà scolastica.
Grazie alla collaborazione del Vivi il Quartiere, gestito dalla cooperativa Agoghè, si realizzeranno percorsi di rinforzo delle competenze linguistiche, cercando di sviluppare un metodo di studio attraverso l’uso di diverse metodologie e utilizzando laboratori ludici, espressivi e teatrali.
Corso di lingua italiana per mamme straniere.
Grazie alla disponibilità di insegnanti volontarie verranno organizzati corsi di lingua italiana destinati alle mamme degli allievi che frequentano le scuole del quartiere finalizzati al miglioramento delle capacità socio-linguistiche utile anche a colmare quelle difficoltà che spesso emergono nella relazione con la Scuola.

Ad integrazione dei due percorsi, grazie al coinvolgimento dei Servizi Sociali Territoriali e Sanitari verranno affrontati temi quali la prevenzione sanitaria, l’alimentazione e la gestione dei bambini.
Alla base di tutto il percorso c’è un chiaro intento inclusivo, il raggiungimento del quale è garantito da più azioni che stimolino l’incontro, il confronto e l’approfondimento di tematiche centrali per lo sviluppo di una vita sana e per la gestione dei bambini e bambine all’interno della famiglia.
Questo percorso vede, sin dall’inizio, una partecipazione attiva di tante persone e tante realtà: un obiettivo comune da realizzare insieme per prendersi cura della propria comunità.
I soggetti che hanno fatto parte della rete sono:
Servizio Sociale territoriale zona Ovest
Punto Comunità Chiusure
Consiglio di Quartiere Chiusure
Istituto Comprensivo Ovest 1: Scuola primaria Torricella, Scuola secondaria Romanino.
Istituto Comprensivo Ovest 2: Scuola primaria Tiboni, Scuola secondaria Tridentina
Istituto Comprensivo Ovest 3: Scuola primaria Rodari, Scuola secondaria Kennedy
Auser Oltremella,
Acli S. Anna, Spi/Cgil di viale Caduti del Lavoro,
Associazione genitori scuola primaria Torricella,
Ass.Coda Odv per l’ambiente.
Singoli cittadini
Commercianti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.