Quantcast

Brescia, esplosione in via Ziziola: 38enne ferito è stato arrestato

L'uomo, rimasto ferito e condotto alla Poliambulanza (non è grave), stava maneggiando dell'esplosivo nella notte.

(red.) Nel corso della mattinata odierna, lunedì 14 giugno, sono emersi ulteriori sviluppi sull’esplosione avvenuta nella notte in un appartamento al primo piano di un edificio in via Ziziola a Brescia, in città. E nella deflagrazione un residente 38enne italiano è stato ricoverato alla Poliambulanza in codice giallo con diverse ustioni. Lo sviluppo emerso negli ultimi minuti è che proprio l’uomo è stato arrestato per detenzione di materiale esplodente. Infatti, in base all’accusa il 38enne stava usando dell’esplosivo, forse della polvere pirica.

A un certo punto qualcosa non avrebbe funzionato e si è avvertito il boato che ha anche danneggiato l’intero appartamento, dichiarato inagibile. Per ricostruire la dinamica, sul posto si è mossa anche la Digos della questura di Brescia insieme alla Scientifica che ha analizzato gli elementi con cui capire la causa dell’esplosione. La procura che indaga sull’uomo, tra l’altro con precedenti, vuole capire per quale motivo il residente stesse maneggiando dell’esplosivo.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.