Quantcast

Brescia, CdS dà ok: centro islamico via Bonardi può allargarsi

Il massimo organo della giustizia amministrativa conferma l'esito del Tar a favore dell'associazione Al Noor.

(red.) Dal 2019 a Brescia città uno dei temi di contesa con palazzo Loggia è l’ampliamento del centro islamico dell’associazione pakistana “Al Noor”. E la notizia è che i giudici amministrativi, prima con il Tar e ora con il Consiglio di Stato (leggi la sentenza), hanno dato ragione proprio al sodalizio. Si fa riferimento a un cambio di destinazione d’uso chiesto dall’associazione per trasferirsi in spazi più ampi in via Bonardi. Ma il Comune di Brescia, che si era opposto, aveva resistito nel ricorso presentato al Tar dall’associazione e incassando una sconfitta. La Loggia aveva quindi impugnato quella sentenza al massimo organo di giustizia amministrativa, in particolare per la parte dei posti auto. Secondo il Consiglio di Stato, lungo via Bonardi e le altre vie vicine, anche nelle pertinenze della proprietà del sodalizio, ci sarebbero posti sufficienti incrementando di altri 40 quelli presenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.