Quantcast

Brescia, derubato soccorre il ladro in preda a un arresto cardiaco

E' successo ieri mattina alle 10,30 in via Cefalonia. In aiuto anche la Polizia locale con l'uso di un defibrillatore.

(red.) Nella mattina di ieri, giovedì 10 giugno, tre persone – di cui una che era stata appena derubata proprio dal diretto interessato – insieme agli agenti della Polizia locale di Brescia sono stati impegnati a compiere un decisivo intervento di soccorso nei confronti di un cittadino tunisino di 40 anni, senza documenti e poi riconosciuto in qualche modo. Teatro dell’accaduto è stata via Cefalonia, davanti alla sede dell’Unicredit, dove un automobilista aveva parcheggiato la propria Fiat Panda per poi entrare per qualche minuto per una commissione.

Erano circa le 10,30 e nel momento di uscire dall’istituto di credito, ha però verificato che una gomma della propria vettura era finita a terra. A quel punto si è predisposto per sostituirla con quella di scorta e intanto aveva posizionato il proprio borsello sul sedile anteriore. In quegli istanti il 40enne ha afferrato gli effetti personali dell’automobilista, ma proprio in quei secondi e mentre stava cercando di allontanarsi ha accusato un arresto cardiaco. Il primo ad accorgersi è stato proprio l’automobilista nel vedere la persona a terra e scoprendo, nello stesso istante, che gli aveva rubato soldi e cellulare. Ma lo stesso conducente si è poi prodigato anche nell’assistenza, attivando i soccorsi.

Sul posto, di passaggio, si sono poi fermati anche un soccorritore e un infermiere, oltre agli agenti della Polizia locale inviati sul luogo e che erano dotati del defibrillatore in auto. Usando lo strumento, si è riusciti a rianimare il ladro. Subito sono giunte anche l’automedica e un’ambulanza della Croce Bianca di Brescia che ha trasportato l’uomo in codice rosso alla Poliambulanza di Brescia dove sarà sottoposto a un intervento chirurgico. In ogni caso, l’automobilista è quindi tornato in possesso dei propri effetti personali, mentre il malvivente ha incassato una denuncia a piede libero per furto aggravato.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.