Quantcast

Brescia, nuova incursione a “Mamme papà separati” in via Rose

L'ennesimo colpo è stato scoperto ieri mattina alla ripresa delle attività. Ormai i sodalizi sono allo stremo.

(red.) Prima l’associazione “Mamme papà separati” e poi il gruppo cinofili della Protezione Civile “La Leonessa”, in modo alternato, ma continuo. L’edificio che ospita le due realtà in via Rose a Brescia, in città, continua a essere nel mirino dei ladri e vandali. L’ultimo colpo in ordine di tempo è avvenuto nel fine settimana appena trascorso, tra sabato 29 e domenica 30 maggio, visto che il gruppo a sostegno dei genitori separati ha scoperto l’ennesima incursione ieri mattina, lunedì 31 maggio.

I rappresentanti dei due sodalizi sono ormai allo stremo e non sanno più come comportarsi di fronte al sesto furto subito in circa un mese e soprattutto ai quindici episodi in un anno. Il quartiere Primo Maggio continua a restare al centro delle preoccupazioni e anche la presidente di “Mamme papà separati” Eugenia Maifredi si dice esausta.

Ieri, dopo aver scoperto l’ennesimo colpo tra atti di vandalismo e danni vari, è stata presentata una nuova denuncia ai carabinieri. L’ultima volta che i malintenzionati erano entrati era stata solo la scorsa settimana ai danni del gruppo cinofilo e anche l’associazione dei “City Angels” è stata più volta presa di mira. Ora da via Rose attendono l’installazione di un sistema antifurto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.