Quantcast

Strage di piazza Loggia, il 28 maggio a Brescia il ministro Cartabia

Definito il programma delle iniziative fino a venerdì. A Brescia arriverà anche il ministro della Giustizia.

Più informazioni su

(red.) In queste ore intorno a mercoledì 26 maggio sono stati svelati altri dettagli del programma di iniziative a Brescia che culmineranno venerdì 28 maggio per il 47° anniversario della strage di piazza Loggia del 1974. Il programma, disponibile sul sito internet sempreperlaverita.it è organizzato dalla Casa della Memoria con il Comune di Brescia, la Provincia e l’Associazione dei familiari dei Caduti. Uno degli appuntamenti centrali sarà quello di venerdì 28 alle 10,30 nel salone Vanvitelliano di palazzo Loggia per l’incontro, anche in diretta streaming, “Siamo testimoni non perché c’eravamo ma perché continuiamo ad esserci” al quale parteciperà anche il ministro della Giustizia Marta Cartabia in visita a Brescia proprio per l’anniversario della strage.

Presenti anche il segretario generale della Sp Cgil Ivan Pedretti e Monica Falocchi coordinatrice infermieristica della prima Rianimazione all’ospedale Civile. La giornata inizierà già alle 8,30 al cimitero Vantiniano con una messa celebrata dal vescovo Pierantonio Tremolada, poi alle 10,12 otto rintocchi delle campane per ricordare le altrettante vittime. Alle 11,45 verrà inaugurato anche un altro tratto del memoriale delle vittime del terrorismo, nel pomeriggio dalle 15 alle 17 l’incontro in streaming “Mettendo le ali agli elefanti. Sogni, speranze, lotte giovanili. 1974-2021” e alle 20 il concerto del Festival Pianistico di Brescia e Bergamo nella chiesa di San Francesco. Nella giornata di oggi, mercoledì 26, intanto, stasera al Cinema Nuovo Eden sarà proiettato il film “Pino: vita accidentale di un anarchico” e sui social della banda “Capitanio” la registrazione del concerto “Russian Funeral” che ricorda le vittime della strage.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.