Quantcast

La giornata di Mattarella a Brescia: “Questo è il tempo del rilancio”

Atterrato poco dopo le 10 a Montichiari, il capo dello Stato ha presenziato all'inaugurazione dell'anno accademico dell'Università Statale, ha fatto visita alla Vittoria Alata e poi al centro vaccinale della Fiera.

Più informazioni su

Mattarella a Brescia

(red.) Atterrato un quarto d’ora dopo le 10 di questo martedì mattina all’aeroporto di Montichiari con l’aereo presidenziale, Sergio Mattarella ha dato il via alla sua giornata bresciana presenziando all’apertura dell’anno accademico dell’Università Statale nell’auditorium della facoltà di Medicina, iniziato alle 11, presente anche la ministra Maria Cristina Messa. “Il saluto più intenso alle studentesse e agli studenti. Finalmente sono qui e ne sono molto lieto per due ragioni. La prima per la vicinanza verso la città e la provincia di Brescia, così pesantemente colpite. Questo è il tempo del rilancio. Grande la capacità di resistenza che la città ha manifestato, in un momento come quello pandemico che ha sottolineato quanto dipendiamo gli uni dagli altri“, ha detto tra l’altro il presidente nel suo discorso a braccio durato meno di dieci minuti. “La seconda ragione è che l’ultima mia uscita lontano da Roma è stata il 1° novembre, qui vicino, al cimitero di Castegnato, dove ho reso omaggio alle vittime del Covid. L’ultima visita in condizioni di normalità era invece avvenuta all’Università di Macerata, per questo sono felice di riannodare oggi quel discorso, all’Università di Brescia. Voglio esprimere apprezzamento per quanto ho percepito qui, per questa proiezione verso il futuro. Questo è il carattere di questo momento storico, cioè la ripresa, quella che viene chiamata la ripartenza nella ricerca di nuovi equilibri di normalità, di una normalità più consapevole che renda possibile una nuova veloce crescita del nostro Paese”. Mattarella ha concluso sottolineando l’importanza del ruolo che le università rivestono nel Paese e la necessità di aumentare l’istruzione universitaria in Italia.

Mattarella a Brescia
Mattarella Brescia Università

Alle 12,20 il presidente ha raggiunto il Capitolium in piazza del Foro per visitare la Vittoria Alata. Qui lo attendevano il sindaco Emilio Del Bono, la vice sindaco Laura Castelletti, i rappresenti della giunta cittadina, altri esponenti politici e parlamentari bresciani, la presidente di Fondazione Brescia Musei Francesca Bazoli. “Brescia e l’intera Lombardia”, ha detto Mattarella prendendo la parola senza che il suo intervento fosse in programma, “hanno vissuto giorni di particolare sofferenza, di grandi lutti: la generazione più anziana è stata falcidiata. Ma questo è il tempo del rilancio, anche in onore delle vittime. E’ il tempo della ripresa, del pensare e progettare il futuro, e sono lieto di poterlo sottolineare qui in questo splendido luogo, per il restauro della Vittoria Alata. Perché è importante sottolineare lo stretto legame che intercorre tra cultura e ripresa nel nostro Paese. E’ tempo di pensare al futuro, di progettare e realizzarlo insieme, perché questa è la condizione per poterlo fare con efficacia, in una drammatica emergenza. Farlo insieme, che non vuol dire abbandonare le proprie prospettive, idee e opinioni. Ma confrontarsi è ben diverso che agitarle come motivi di contrapposizione insuperabile. Questo della proiezione insieme per costruire il futuro è il messaggio che oggi emerge”. A conclusione della visita il sindaco Del Bono gli ha consegnato il Grosso d’oro, onorificenza della città di Brescia.

Mattarella a Brescia
Mattarella a Brescia

Alle ore 13 il presidente è giunto all’hub vaccinale della Fiera di Brescia (che proprio martedì ha raggiunto il traguardo delle 100 mila dosi inoculate) dove lo attendevano il presidente della Regione Attilio Fontana, l’assessora al Welfare e vice presidente Letizia Moratti, il direttore generale del Civile Massimo Lombardo. Il capo dello Stato ha visitato il centro vaccinale affacciandosi dalla balconata interna del padiglione del centro fiera. Poi ha incontrato una delegazione di sindaci bresciani: Barbara Bonicelli (Artogne), Fausto Cassetti (Odolo), Delia Castellini (Toscolano Maderno), Sara Ghidoni (Bovezzo), Roberto Tardani (Lonato del Garda), Marco Togni (Montichiari), Igor Zacchi (Mairano), Gabriele Zanni (Palazzolo sull’Oglio). Un quarto d’ora più tardi è salito in auto per tornare a Montichiari da dove è ripartito in aereo per Roma.

Mattarella a Brescia
Mattarella a Brescia

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.