Quantcast

Forza Italia: “A Brescia serve un assessore alla Sicurezza”

(red.) Forza Italia Brescia interviene sul problema delle sicurezza nelle vie e nelle piazze di Brescia, dopo i fatti di teppismo del sabato sera. “È con grande preoccupazione che scriviamo queste righe, perché i fatti riportati dalla cronaca in merito agli episodi di violenza verificatisi ieri nelle vie del centro storico non sono da sottovalutare” si legge nel comunicato. “La questione della sicurezza sembra essere sfuggita di mano a Palazzo Loggia, e gli sforzi messi in atto nelle ultime ore sono risultati vani, insufficienti. Ieri, infatti, nel giro di poche ore si sono registrati molteplici casi di violenza, che hanno coinvolto adolescenti in Piazza della Vittoria, Piazzale Arnaldo e via Dieci Giornate. Non da ultimo un episodio di intossicazione etilica in Piazza Martiri di Belfiore a danno di una ragazzina appena tredicenne. Un problema di sicurezza, ma anche sociale”.

“Ma è sui fatti di Piazza della Vittoria che vorremmo soffermarci”, continua la nota firmata da Paolo Fontana, Paola Vilardi, Flavio Bonardi, Marco Rossi, Marco Salvo, Stefano Bertazzoni, “perché la situazione non è nuova ma sembra che non si sia voluto prendere provvedimenti per quello che ogni pomeriggio assomiglia ad una gara tra baby gang per il controllo del territorio. Chi vive la Piazza sa quanto già sia difficile la situazione, e quanto ieri sia precipitata in una maxi rissa tra fazioni opposte. E l’intervento dei Vigili Urbani, ai quali vanno il nostro grazie e la solidarietà per essere stati accerchiati proprio da queste bande dopo aver fermato un loro membro, sembra non essere sufficiente ad arrestare un’escalation di violenza, forse repressa, che aleggia tra i giovani frequentatori della Piazza”.

“È necessario rivedere completamente l’approccio di Palazzo Loggia con la sicurezza”, conclude Forza Italia, “ad esempio prevedendo un assessorato ad hoc proprio alla sicurezza, oggi delega in capo al sindaco, aumentando i controlli o, ancora, promuovendo una proficua collaborazione tra prefettura, questura e polizia locale per un miglior presidio del territorio. Siamo sicuri che interventi migliori possano contribuire a ristabilire un’ordine in città, per una migliore qualità della vita di tutti i cittadini”.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.