Quantcast

Coronavirus a Brescia, Loggia intensifica i controlli nel fine settimana

Oggi da dopo le 18 fino al coprifuoco previsto personale della Polizia locale e di Stato in divisa e borghese.

(red.) La campagna di vaccinazione anti-covid che sta procedendo bene e anche i numeri soddisfacenti sul fronte del calo dei nuovi casi positivi e dei ricoveri in ospedale, tra reparti ordinari e di terapia intensiva, fanno dire che la curva del contagio, per fortuna, sta scemando. Ma da più parti viene indicato come questa situazione non debba essere considerata un “liberi tutti”. Ne è convinto anche il sindaco di Brescia Emilio Del Bono che ieri, venerdì 14 maggio, insieme alla consigliera comunale delegata alla Sanità Donatella Albini e il comandante della Polizia locale Roberto Novelli, ha tenuto il consueto punto stampa sulla situazione sanitaria in città.

E anche all’ombra della Loggia si respira un’aria di maggiore tranquillità tra calo dei positivi, meno ricoveri negli ospedali, le vaccinazioni che stanno procedendo e, soprattutto, zero decessi negli ultimi giorni. Ma tra oggi, sabato 15 e domani, domenica 16 maggio, è tempo di fine settimana che sicuramente, vista la zona gialla, porterà più persone ad affluire proprio verso il centro storico di Brescia. E proprio per il weekend sono stati annunciati maggiori controlli e servizi di pattugliamento, puntando l’attenzione in particolare sul venerdì, ma anche oggi, sabato, da dopo le 18 fino all’orario del coprifuoco alle 22. Infatti, nei precedenti fine settimana è stato verificato come soprattutto i più giovani spesso non rispettino le regole, oltre a quelle sanitarie, anche provocando episodi violenti come già successo nel recente passato.

Per questo motivo da oggi pomeriggio, insieme alla questura, si è decisa un’intensificazione dei controlli della Polizia locale con quella di Stato con agenti in divisa e in borghese. L’obiettivo è anche quello di evitare assembramenti. E a proposito dello scorso fine settimana, quando in città, complice anche il meteo, si è registrato il grande ritorno di presenze, sono state controllate 150 persone. Di queste, un terzo – 31 – sono state sanzionate per assembramenti o perché non indossavano la mascherina. Le verifiche hanno interessato anche gli esercizi commerciali – 34 quelli controllati – di cui uno multato. In ogni caso, per questo fine settimana il sindaco Del Bono ha deciso, come gli ultimi precedenti weekend, di non emettere nuove ordinanze più restrittive rispetto alle disposizioni nazionali.

Come detto, anche la situazione sanitaria è in deciso miglioramento per quanto riguarda la città. Sul fronte ospedaliero, all’inizio di maggio i ricoveri per Covid erano 160 e di cui 20 in terapia intensiva, mentre ieri, venerdì 14 maggio, sono scesi rispettivamente a 108 e 13. Decisi miglioramenti anche sul fronte dei nuovi casi positivi, con 484 persone in isolamento obbligatorio ed età media di 38 anni e 595 in isolamento fiduciario e con un’età media di 23 anni e mezzo. Sul fronte della campagna di vaccinazione, in tutta la provincia oltre il 38% ha ricevuto almeno la prima dose e in città si parla del 42%, cioé oltre 72 mila persone, mentre il 16,5% (cioé circa 28 mila soggetti) hanno ricevuto anche il richiamo. L’obiettivo del sindaco è di veder superare il 50% nell’arco di due settimane.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.