Quantcast

Coronavirus a Brescia, contagi in calo e più di un terzo ha ricevuto il vaccino

Ieri il consueto monitoraggio settimanale in Loggia. Il 38% dei cittadini residenti ha ricevuto almeno la prima dose.

(red.) Ieri, venerdì 7 maggio, il sindaco di Brescia Emilio Del Bono con la consigliera comunale delegata alla Salute Donatella Albini hanno presentato il consueto monitoraggio settimanale per quanto riguarda la città all’ombra della Loggia dal punto di vista del contagio da Covid-19 e della campagna di vaccinazione. In particolare, si segnala un calo dei contagi in città e, cosa ancora più positiva, il fatto che negli ultimi giorni non ci siano stati decessi riconducibili al virus.

Per quanto riguarda gli isolamenti domiciliari, sono calati dai 791 ai 598, dato aggiornato all’altro giorno, 6 maggio. Sono 723, invece, quelli in isolamento fiduciario. Sempre parlando di contagio, si nota anche come l’età media dei positivi si sia abbassata dai poco più dei 44 anni agli attuali 38, una tendenza che è emersa a livello nazionale. Ma per fortuna scendono anche i ricoverati negli ospedali. Altre notizie positive arrivano dalla campagna di vaccinazione, con il 38% dei residenti e domiciliati in città che ha ricevuto almeno la prima dose e il 15% anche il richiamo, mentre in provincia si è circa al 33%.

In occasione del report settimanale, anche il comandante della Polizia locale Roberto Novelli ha illustrato l’attività condotta lo scorso fine settimana, quella dell’1 maggio e condizionato dal maltempo. Sono state controllate 31 attività commerciali e 129 persone, di cui 8 sanzionate. E in vista di questo fine settimana tra oggi, sabato 8 e domani, domenica 9 maggio, con previsioni meteo più tranquille, sarà rafforzata la vigilanza. In ogni caso il primo cittadino non ha ritenuto necessario di firmare ordinanze particolari per evitare assembramenti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.