Quantcast

Quattro linee d’intervento per il progetto “Brescia città dei giovani”

Più informazioni su

(red.) Con il progetto “Brescia città dei giovani” il Comune di Brescia è stato ammesso al contributo del bando di Anci “Fermenti in Comune”, dedicato a proposte progettuali di protagonismo giovanile per il rilancio dei territori. Brescia è rientrata nella graduatoria dei primi dieci grandi Comuni e si aggiudicherà quindi la somma di 117mila euro.
Un altro grande risultato, quindi, per il progetto “Brescia città dei giovani” che ha ottenuto anche questo contributo, dopo la vittoria del primo premio al concorso “Città dei giovani 2021” assegnato il 6 maggio scorso.
Il progetto “Brescia città dei giovani” intende promuovere l’inclusione e la partecipazione dei ragazzi che si trovano in condizione di marginalità.
L’iniziativa è rivolta ai giovani cosiddetti “Neet” (che non lavorano, non studiano e non stanno svolgendo tirocini o formazione) di due quartieri pilota (Sanpolino e Fiumicello), di età tra i 16 e i 24 anni, visti con diffidenza dagli adulti.

L’intervento partirà da una dimensione relazionale, ludico-ricreativa, di cura dei beni pubblici, per poi dar voce ai giovani e fornire loro strumenti utili per inserirsi nel mondo degli adulti. Sono previste quattro linee d’azione.
Nella prima si realizzerà una mappatura del territorio per individuare dove sono i giovani e che caratteristiche possiedono e si contatteranno i ragazzi per coinvolgerli nel progetto, estendendo poi la ricognizione ad altri quartieri della città.
Nella seconda i giovani lavoreranno a iniziative di animazione (cene di quartiere e feste studentesche) o iniziative specifiche di riqualificazione urbana attraverso i murales, parteciperanno a percorsi formativi e l’intervento sarà poi esteso ad altri quartieri.
La terza linea riguarderà l’utilizzo di web radio, YouTube e Instagram per dare voce ai giovani e coinvolgerli nella realizzazione di un osservatorio permanente che li riguarda attraverso la creazione di post, di video e di interviste.
La quarta linea d’azione si concentrerà sullo sviluppo della partecipazione democratica alla vita della comunità locale attraverso una formazione mirata.
Alla realizzazione del progetto, che avrà un costo totale di 149mila euro, parteciperanno l’associazione PalcoGiovani, l’Associazione Yellow Fat e l’Associazione True Quality.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.