Quantcast

Brescia, condannato per violenza sessuale insulta il magistrato

Nei guai un 38enne di Mazzano che l'altro pomeriggio ha incassato una condanna a 6 anni per i fatti del 2018.

(red.) L’altro pomeriggio, giovedì 22 aprile, un uomo di 38 anni residente a Mazzano, nel bresciano, è stato condannato a 6 anni di reclusione e in carcere per violenza sessuale ai danni di una donna nel 2018 e con cui aveva una relazione che però lei aveva voluto interrompere per quegli spregevoli episodi. La vicenda è approdata, appunto, a processo con la sentenza di condanna dell’altro giorno. Ma l’imputato rischia anche altro.

Infatti, come riporta Bresciaoggi raccontando ciò che è successo, al termine dell’udienza il condannato ha atteso all’esterno del tribunale il magistrato che aveva chiesto e ottenuto per lui la condanna e lo ha insultato. Come detto, la sentenza è scattata dopo le indagini seguite a tre episodi di violenza denunciati dalla donna nel momento in cui tra l’altro il 38enne era già recluso agli arresti domiciliari per un’altra situazione.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.