Quantcast

Brescia, tentata violenza sessuale: arresto convalidato ma esce dal carcere

Il 42enne ucraino è potuto tornare a casa dalla famiglia. Per il giudice non ci sono gravi indizi di colpevolezza.

(red.) Dopo essersi avvalso della facoltà di non rispondere, il giudice delle indagini preliminari del tribunale di Brescia Alessandra Sabatucci ieri, mercoledì 21 aprile, ha convalidato l’arresto del 42enne ucraino accusato di tentata violenza sessuale e violenza privata dopo che nel tardo pomeriggio di domenica 18 aveva inseguito due ragazze minorenni nei pressi di piazza Vittoria.

Ma insieme alla convalida, il giudice ha anche stabilito di far uscire dal carcere l’uomo e disporre per lui i domiciliari. Infatti, non ci sarebbero gravi indizi di colpevolezza perché l’ucraino possa reiterare quel comportamento.

Di conseguenza l’uomo, incensurato, è tornato a casa dalla famiglia dove dovrà scontare il periodo di detenzione in attesa del processo. Ma il suo legale sarebbe già pronto a fare ricorso contro i domiciliari chiedendo la liberazione dell’assistito.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.