Quantcast

Trovato morto in via Milazzo, indagato il medico che lo ha dimesso

E' un atto dovuto per consentire al professionista di partecipare all'autopsia disposta la prossima settimana.

(red.) Per il rinvenimento del corpo senza vita del 52enne senegalese trovato su un marciapiedi in via Milazzo a Brescia, in città, a due passi da via Leonardo da Vinci nei giorni precedenti a mercoledì 21 aprile, la procura di Brescia ha aperto un’inchiesta come atto dovuto. E allo stesso tempo il medico 58enne del pronto soccorso del Città di Brescia che ha assistito l’uomo per poi dimetterlo e prescrivendogli del medicinali contro i dolori addominali è stato iscritto nel registro degli indagati.

In questo modo potrà difendersi al momento dell’autopsia che è stata disposta sul corpo di Seydau Diao per la prossima settimana. Secondo quanto è stato ricostruito, l’uomo, dopo essere stato dimesso dall’ospedale, sarebbe tornato a casa al Carmine e la notte successiva sarebbe uscito per poi essere trovato senza vita nei pressi di Campo Marte.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.