Quantcast

Brescia, molestie a due minorenni in piazza Vittoria: in silenzio dal gip

Tentata violenza sessuale e violenza privata a carico dell'ucraino. Suo legale chiede revoca del carcere.

(red.) Si è avvalso della facoltà di non rispondere l’uomo di 42 anni ucraino che nel tardo pomeriggio di domenica 18 aprile nel centro storico di Brescia ha dato fastidio a due ragazze minorenni, tanto da rincorrerle fino all’auto del genitore di una di loro, in via Porcellaga, scagliandosi anche contro l’uomo. Il 42enne, accusato di tentata violenza sessuale e violenza privata, si trova detenuto in carcere, ma il suo legale davanti al giudice Alessandra Sabatucci ha chiesto la revoca della misura.

Su questo lo stesso giudice si esprimerà. Erano stati gli agenti della Polizia locale di Brescia ad arrestare l’uomo dopo che anche le telecamere di videosorveglianza presenti nei pressi di piazza Vittoria e le testimonianze delle due ragazze avevano portato a incastrare l’ucraino.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.