Quantcast

La Lega: “Commissione d’inchiesta sull’attacco hacker alla Loggia”

(red.) Il gruppo consiliare della Lega di Palazzo Loggia a Brescia chiede “con urgenza l’istituzione di una commissione di inchiesta sull’attacco hacker al sistema informatico del Comune di Brescia. Non possiamo aspettare un’altra settimana. Le notizie riportate dalla stampa bresciana sono allarmanti: indagini della procura, dati finiti sul dark web, richiesta di riscatto alzata a tre milioni di euro. Informazioni che smentiscono clamorosamente le dichiarazioni del vicesindaco Laura Castelletti. Un sindaco e il suo vice dovrebbero rassicurare i propri cittadini e dire loro la verità. Mentre Castelletti mente, da Del Bono registriamo un silenzio imbarazzante”.

“Gli esperti del settore”, prosegue il comunicato del Carroccio, “parlano addirittura di una ipotesi legata al furto delle identità digitali. Brescia deve sapere se questo pericolo sia reale o se si tratta di suggestioni. Il Comune deve dare informazioni chiare e trasparenti. L’immagine è quella di una amministrazione comunale in tilt che sta rilasciando dichiarazioni strampalate e non veritiere, che non riesce ad ammettere le proprie responsabilità legate alla mancanza di un servizio di backup all’altezza dei tempi per proteggere i dati dei bresciani. Questa pantomima va avanti ormai da più di due settimane. È il momento della verità e di individuare le responsabilità”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.