Quantcast

Brescia, rubata la busta delle donazioni al Charity Point dell’Ant

200 euro il contenuto che in poche ore martedì alla riapertura si era riusciti a ottenere. Denuncia ai carabinieri.

(red.) L’altro giorno, martedì 13 aprile, il negozio Charity Point della Fondazione Ant in via Corsica a Brescia, in città, è finito nel mirino di qualcuno che invece di dare delle donazioni a favore delle attività dell’associazione per i malati di tumore ha invece rubato una busta che conteneva proprio quel denaro offerto dai cittadini. Il negozio aveva riaperto i battenti proprio quel giorno dopo settimane di chiusura e in poche ore all’interno della busta c’erano già 200 euro, frutto della generosità dei bresciani.

Ma non, purtroppo, di tutti. Tanto che una volontaria che stava per spostare quel ricavato in una cassetta di sicurezza ha notato che non c’era più il denaro e nemmeno il registro di quanti avevano fatto la donazione. Di questo dà notizia il Giornale di Brescia. Di fronte all’accaduto, la responsabile del negozio Regina Nerili e il delegato dell’Ant di Brescia Antonio La Marca hanno espresso il proprio sconforto.

E non hanno potuto fare altro che denunciare l’episodio ai carabinieri. Già nel febbraio del 2020 l’altro negozio dell’usato di via Trento, a disposizione dell’Ant, era finito nel mirino tra il furto di una bicicletta donata da un cittadino e danneggiamenti allo stesso negozio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.