Quantcast

Ronde illecite a Brescia città, iniziato processo per i “Brixia Blue Boys”

Per qualche mese nel 2018 si muovevano in divisa e portando manganelli e spray urticanti sul territorio.

Più informazioni su

(red.) La Digos di Brescia che era entrata in azione nei loro locali per una serie di perquisizioni aveva scoperto oggetti atti ad offendere, ma anche divise e stemmi riconducibili al fascismo. Si parla dell’associazione “Brixia Blue Boys” che era nata con l’intento di assistere i poveri, ma che in realtà avrebbero messo in campo vere e proprie ronde sul territorio cittadino, sostituendosi alle forze dell’ordine. E lo facevano indossando delle divise e portando manganelli e spray urticanti.

Per questo motivo sono stati accusati di usurpazione di funzioni pubbliche, porto illecito di armi e strumenti atti ad offendere. E in quel modo avrebbero agito dallo scorso maggio a ottobre del 2018. Per quei fatti i componenti dell’associazione sono ora a processo iniziato ieri, martedì 13 aprile, in tribunale a Brescia. Il procedimento è stato aggiornato a dicembre.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.