Quantcast

Brescia, abusi sessuali sull’amica del figlio: l’uomo resta in carcere

Secondo il giudice c'è il rischio che il 32enne possa rifarlo ancora. Era successo in una notte scorsa in via Triumplina.

(red.) Nelle ore precedenti a giovedì 8 aprile il giudice di turno delle indagini preliminari del tribunale di Brescia ha convalidato l’arresto nei confronti del 32enne moldavo che in una sera, nell’abitazione della compagna in via Triumplina in città, aveva tentato di abusare nella notte dell’amica 13enne del figlio. In base al materiale che ha ricevuto il giudice, l’uomo accusato delle molestie sessuali potrebbe reiterare il reato. Per questo motivo insieme alla convalida è stato anche confermato il carcere.

E da Canton Mombello l’uomo dovrà attendere la prima udienza del processo. A fermare quel tentativo di violenza dell’uomo, tra l’altro già noto alle forze dell’ordine per aver alzato troppo il gomito, era stato l’amico della 13enne e la madre. Poi l’intervento dei carabinieri e l’arresto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.