Brescia, nel letto abusa dell’amica adolescente del figlio: arrestato

E' successo alla vigilia di Pasqua: le urla della giovane hanno attirato l'attenzione. Si muovono i carabinieri.

(red.) Nella notte della vigilia di Pasqua, lo scorso sabato 3 aprile, un uomo moldavo è stato arrestato nella sua abitazione di via Triumplina, a Brescia città, con la pesante accusa di violenza sessuale ai danni dell’amica adolescente del figlio. Ora si trova detenuto nel carcere di Canton Mombello in attesa della convalida dell’arresto. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, avvertiti con una telefonata dall’abitazione, la ragazzina era giunta a casa dell’amico per qualche momento di riposo.

 

Proprio l’amico le aveva proposto il letto dove dormire e, calata la notte, tutto sembrava tranquillo. Ma il padre di famiglia, forse dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo, si sarebbe infilato nel letto della giovanissima strusciandosi addosso. La ragazza, svegliata, ha iniziato a urlare attirando l’attenzione degli altri familiari che stavano dormendo. La prima a svegliarsi è stata la moglie dell’uomo, che non ha esitato a colpirlo al volto e a chiamare le forze dell’ordine denunciando la vicenda. E al moldavo i carabinieri hanno fatto scattare le manette.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.