Quantcast

Attacco hacker al comune di Brescia, la normalità nella seconda metà di aprile

Una sola buona notizia: "Dalle analisi eseguite, non risultano violazioni di dati personali, in quanto ospitati su un server che non è stato coinvolto".

Più informazioni su

(red.) Il comune di Brescia annuncia che, dopo l’attacco informatico che ha colpito duramente il sito internet, la normalizzazione non avverrà prima della “seconda metà del mese di aprile”.  Infatti “non è ancora stato completato il ripristino dei sistemi informatici”, anche se “dalle analisi eseguite, non risultano allo stato attuale violazioni di dati personali, in quanto ospitati su un server che non è stato coinvolto nell’attacco”. E questa è l’unica buona notizia.
La situazione, assicura il municipio,  sta lentamente migliorando e attualmente sono stati ripristinati buona parte dei servizi online rivolti ai cittadini, erogati tramite il portale comunale: Protocollo generale, Albo pretorio, Gare, Concorsi, Servizi Scolastici, Sue, Suap, Servizi Demografici (ma l’elenco è in costante aggiornamento).
“I tecnici stanno completando le attività di ripristino dei sistemi informatici e delle postazioni di lavoro interne. L’attacco premeditato da parte di un’organizzazione criminale ha compromesso il corretto funzionamento, andando a bloccare la disponibilità dell’erogazione dei servizio online, ed è stato sferrato con l’utilizzo delle più pericolose tecniche attualmente usate nel mondo hacker, che hanno eluso i sistemi di protezione informatica del comune”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.