Quantcast

Brescia, spinto nella droga fa arrestare chi lo minaccia e gli estorce denaro

Un imprenditore 35enne ha incastrato un 59enne pregiudicato napoletano che continuava a chiedergli soldi.

(red.) Nelle ore precedenti a venerdì 19 marzo gli agenti del Nucleo di Polizia giudiziaria della Locale di Brescia sono stati impegnati nell’arresto di un 59enne napoletano, pluripregiudicato e ritenuto un membro della Camorra, con le accuse di minacce ed estorsione. La sua vittima è stata un imprenditore di 35 anni, straniero ma con documenti italiani, che alla fine ha fatto incastrare. Proprio il giovane, infatti, sotto minacce, aveva acquistato, spinto dall’amante, fino a 300 dosi di cocaina per un valore di 15 mila euro.

L’imprenditore, titolare di una ditta di facchinaggio a Brescia città, aveva intrapreso una relazione fuori dal matrimonio con una ragazza bresciana consumatrice di cocaina e il cui spacciatore era proprio il 59enne residente in una casa dell’Aler al Villaggio Violino. Ma con punto di riferimento anche in via Milano dove faceva prostituire alcune ragazze. A quel punto nel giro della droga entra suo malgrado anche l’imprenditore che però si vedeva sotto minaccia e ricatti per continue richieste di denaro.

Pena, il rivelare alla moglie del 35enne di consumare droga e avere un’altra relazione. Le richieste di soldi vanno però avanti, fino ad altri 900 euro che il 35enne si rifiuta di dare al napoletano. Quest’ultimo gli aveva quindi rubato il cellulare minacciandolo di chiamare la moglie e la vittima avrebbe dovuto sborsare altri 400 euro. E’ stato l’elemento che ha portato l’imprenditore a rivolgersi alla Polizia locale organizzando l’appuntamento per la consegna del denaro. Così facendo gli agenti sono risaliti al 59enne che è stato arrestato e condotto in carcere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.