Quantcast

Brescia, in metro e autobus con un beep: a regime entro aprile

Si completa l'offerta con i 220 autobus, mentre in metro c'è già. Brescia è la prima città italiana con questa tecnologia.

(red.) Brescia Mobilità continua a investire nella propria flotta e ora lo fa incentivando l’acquisto dei biglietti con la moneta elettronica e il cellulare anche a bordo degli autobus. Servizio, quello chiamato “Viaggia con un beep”, che già funziona in tutte le stazioni della metropolitana e su 140 autobus e sarà a regime su tutti i 220 mezzi di superficie da metà aprile. L’aggiornamento è stato presentato ieri, mercoledì 17 marzo, dall’assessore alla Mobilità Federico Manzoni con l’amministratore unico di Brescia Trasporti Ezio Cerquaglia e il presidente di Brescia Mobilità Marco Medeghini.

Oltre alla modalità di acquisto tradizionale, che ovviamente resta, i passeggeri possono salire a bordo degli autobus selezionando dal display il tipo di biglietto da acquistare e semplicemente avvicinando la propria carta bancomat o di credito o anche il cellulare abilitato scatterà il beep. Nel momento in cui si dovesse presentare l’avvenuto biglietto ai controlli si possono comunicare le ultime quattro cifre della propria carta oppure gli elementi del cellulare senza problemi di privacy.

Un sistema che nel 2020, anno di lancio dell’iniziativa seppure quello della pandemia, ha portato all’acquisto in questo modo di oltre 34 mila biglietti. E il vantaggio sta anche nel fatto che non ci sono commissioni aggiuntive oltre il prezzo del biglietto. In più è stato messo a disposizione il portale https://beep.bresciamobilita.it/ per tenere memoria dei propri viaggi. Brescia è la prima città italiana che adotta questa tecnologia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.