Quantcast

18 marzo giornata per vittime Covid, a Brescia cerimonia al Vantiniano

Alle 11, quando il premier Draghi arriverà a Bergamo, tutti i sindaci in raccoglimento davanti ai propri municipi.

(red.) Quella di oggi, giovedì 18 marzo, sarà una giornata particolare per tutta l’Italia, così come per Bergamo e anche per Brescia che sono state colpite nel modo più drammatico dalla pandemia da Covid-19 nella prima ondata nella primavera del 2020 e in questo periodo di nuovo anche Brescia. Ieri, mercoledì 17 marzo, è arrivato il via libera dal Senato a una legge che istituisce il 18 marzo come giornata nazionale dedicata alle vittime del Covid.

Proprio il 18 marzo del 2020 era rimasta impressa, facendo anche il giro del mondo, l’immagine dei mezzi militari che trasportavano fuori da Bergamo decine di bare di vittime del virus da cremare. Dall’inizio della pandemia sono più di 103 mila le vittime in Italia e questa mattina, giovedì, alle 11 il presidente del Consiglio Mario Draghi sarà in visita a Bergamo.

E’ stato disposto che le bandiere di tutti gli uffici pubblici siano a mezz’asta e proprio alle 11 tutti i sindaci d’Italia, Brescia e provincia compresa, osserveranno un minuto di raccoglimento e silenzio davanti ai municipi. Stamattina alle 10,30 il sindaco di Brescia Emilio Del Bono con la vice Laura Castelletti e il vescovo Pierantontio Tremolada saranno al cimitero Vantiniano per la benedizione dei defunti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.