Quantcast

Brescia, barriere anti-rumore e via Bazoli: così si rinnova Sanpolino foto

Ieri la presentazione. Barriere fonoassorbenti alla stazione metro e collegamento verso via Serenissima.

(red.) Il quartiere di Sanpolino a Brescia si avvia verso altre opere che in parte ridisegneranno il contesto urbanistico del territorio, di cui la zona è in continua espansione e abitata soprattutto dai più giovani. Uno degli interventi più importanti e che completerà la metropolitana bresciana sarà l’installazione di barriere fonoassorbenti proprio all’altezza della stazione di Sanpolino. L’operazione è stata annunciata ieri, mercoledì 10 marzo, in commissione a palazzo Loggia dal sindaco Emilio Del Bono con l’assessore alla Mobilità Federico Manzoni.

Dopo il progetto definitivo già approvato, entro aprile arriverà quello esecutivo, quindi la gara d’appalto e l’avvio dei lavori previsto a dicembre. L’opera dovrebbe essere completata entro novembre del 2022 e per un importo di 2,3 milioni di euro coperti dal Governo nell’ambito di un particolare finanziamento. In realtà servirà solo qualche mese per l’installazione, mentre le barriere saranno prima realizzate negli stabilimenti. Il risultato sarà soddisfacente soprattutto per i residenti che sul posto chiedevano interventi per limitare i rumori del passaggio delle carrozze della metropolitana.

E ci sarà anche un tocco estetico, visto che il rivestimento esterno sarà di colore rosso, come le abitazioni del quartiere. Dal punto di vista tecnico, le barriere copriranno 500 metri sul lato nord e 200 metri a sud, mentre durante i lavori il servizio di mobilità proseguirà regolarmente. Nell’ambito dello stesso quartiere di Sanpolino, ci sarà anche il completamento di corso Bazoli verso via Serenissima e previsto per la fine del 2022. Manterrà la doppia carreggiata affiancata dalle piste ciclabili con cui raggiungere il capolinea della metropolitana a Buffalora.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.