Fratelli d’Italia Brescia, contro lo spaccio presidio in via Rizzo

(red.) Questa mattina Fratelli d’Italia Brescia ha organizzato un presidio in via Rizzo, in prossimità del parco Gallo, contro le situazioni di degrado e di violenza che si sono verificate in questi ultimi giorni. “Oggi siamo nel luogo in cui l’inviato di ‘Striscia la notizia’ Vittorio Brumotti, ha portato alla luce e alla ribalta dei giornali, la situazione di degrado che vive il parco Gallo e in particolare via Rizzo”, ha detto il coordinatore cittadino Paolo Inselvini. “Non è la prima volta che Fratelli d’Italia si trova in questa zona e si occupa di questa tematica, da mesi infatti stiamo realizzando varie iniziative per contrastare la criminalità e lo spaccio nella nostra città. Richiediamo che debba esserci un presidio e una sorveglianza costante da parte delle forze dell’ordine che troppo spesso, a causa di scelte scellerate della politica, vengono a mancare. Il sindaco Del Bono troppo spesso sottovaluta questo tipo di situazioni, non solo dal punto di vista sociale, ma soprattutto il rischio rappresentato dallo spaccio di droga”.

“Fratelli d’Italia torna nelle strade al fianco dei cittadini bresciani, per rimarcare come il problema della sicurezza in città sia un qualcosa di reale e concreto”, ha detto il consigliere comunale Gianpaolo Natali. “Gli ultimi fatti accaduti, con l’intervento di ‘Striscia la notizia’ hanno rimarcato come in questa zona, in particolare via Rizzo,c ontinui imperterrito lo spaccio ormai da anni. In questa situazione richiediamo al sindaco di cedere la delega alla sicurezza che lui stesso detiene e di nominare un assessore alla sicurezza che si possa occupare concretamente di questo problema. Abbiamo visto alcuni interventi dopo i fatti che si sono verificati in questi giorni, dal sindaco e dal prefetto, ma risultano essere sempre tardivi. Brescia merita molto più di qualche azione sporadica, serve un’azione continuacostante per la messa in sicurezza della nostra città”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.