Quantcast

Brescia, molesta bambine nel suo negozio: condannato a 3 anni e mezzo

Un 73enne di nuovo condannato. Nel 2012 avrebbe palpeggiato quattro ragazzine nella propria cartolibreria.

(red.) Un uomo di 73 anni, commerciante titolare di una cartolibreria nel quartiere Sanpolino a Brescia, ha incassato una seconda condanna per la pesante accusa di violenza sessuale su minori. Già condannato a 3 e nove mesi la prima volta, in appello la sentenza era stata annullata per un elemento irregolare e il processo è di nuovo approdato in primo grado. A fronte di una richiesta di 6 anni di reclusione, il giudice si è fermato a 3 anni e mezzo e al pagamento di 10 mila euro a ciascuna delle quattro presunte vittime.

I fatti per i quali l’anziano è stato condannato si sarebbero verificati nel 2012 quando l’uomo avrebbe avuto degli atteggiamenti morbosi nei confronti delle ragazzine straniere, poi diventate maggiorenni, all’interno del proprio negozio. Queste avevano denunciato di essere state palpeggiate, accusa contro le quali l’imputato ha cercato inutilmente di difendersi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.