Fondazione Asm, dieci frigoriferi per i prigionieri di Canton Mombello

(red.) “Cosa c’è dietro a un gesto all’apparenza semplice come quello compiuto nei giorni scorsi dalla Fondazione Asm che, insieme a una piccola comunità religiosa di Gardone Valtrompia, ha donato 10 frigoriferi alla Casa circondariale Nerio Fischione di Brescia?”, si legge in una nota della fondazione. “Dietro a un gesto così semplice c’è la capacità inclusiva della nostra città che si esprime nell’attenzione ai più fragili e nella salda collaborazione tra istituzioni e enti di volontariato”.

“Le carceri sono i luoghi in cui particolarmente duro è stato l’impatto della pandemia”, prosegue il documento. “Il covid ha acuito il senso di isolamento e di abbandono dei detenuti divenendo un moltiplicatore di paure e di ansie e determinando una situazione in cui le carenze quotidiane possono facilmente trasformarsi in gravi emergenze. Dotare le celle, che ne sono sprovviste, di frigoriferi testimonia la vicinanza tangibile della città alla realtà carceraria e l’impegno a sostenere il sistema penitenziario e la sua funzione riabilitativa a partire dalla tutela della dignità di ciascun detenuto”.

A presentare l’iniziativa, frutto di un lavoro sinergico che punta ad offrire risposte concrete a bisogni ben individuati, c’erano insieme alla Fondazione Asm rappresentata dalla vicepresidente Marina Rossi, il presidente del consiglio comunale Roberto Cammarata, la direttrice del carcere di Verziano e della Casa circondariale Nerio Fischione Francesca Paola Lucrezi e la Garante per i diritti dei detenuti Luisa Ravagnani.
“I frigoriferi”, spiega Marina Rossi,”non sono un privilegio, ma una necessità per i detenuti. Brescia è città sempre pronta a raccogliere i bisogni e le esigenze dei più fragili. Fondazione Asm non poteva non esserci”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.