Via Turati, 30 olmi nuovi per rinnovare le alberate di Brescia

Saranno abbattuti cinque olmi sul lato est, ma ne verranno piantati ben 35. Si inizia a febbraio.

Più informazioni su

(red.) Il Settore Verde del Comune di Brescia sta rinnovando le alberate di alcune vie cittadine. Dopo aver portato a termine i necessari approfondimenti con tutti i settori comunali coinvolti e con la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio di Bergamo e Brescia, con l’inizio del mese di febbraio l’intervento riguarderà via Turati.

Saranno abbattuti cinque olmi sul lato est e saranno contestualmente rifatte le porzioni di marciapiede irrimediabilmente deteriorate dalle radici delle piante. Saranno poi messi a dimora 35 nuovi olmi per ripristinare la continuità dei due storici filari presenti: nove piante saranno collocate sul lato est e le altre 26, che hanno una circonferenza di 18-20 centimetri, saranno posizionate su quello ovest.

La piantumazione sul lato ovest comincerà il 1 febbraio mentre domenica 7 febbraio saranno previste alcune modifiche alla viabilità lungo via Turati, necessarie per l’esecuzione del cantiere sul lato est. In particolare si lascerà aperta al traffico una corsia in direzione sud-nord e saranno istituite alcune limitazioni di svolta per chi proviene dalle strade laterali. A partire dall’incrocio tra via Lombroso e via Pusterla, inoltre, saranno istituiti divieti di accesso o deviazioni da quest’ultima verso le vie laterali.

 

Questi interventi si sono resi necessari perché in alcuni punti del doppio filare mancano alberi, morti per cause naturali o perché danneggiati da incidenti stradali. Inoltre, alcuni tratti del marciapiede sul lato est, che viene utilizzato anche da persone fragili che si recano alla vicina Casa di Cura, si trovano in pessime condizioni e presentano sollevamenti, sconnessioni e crepe che occorre eliminare sistemando il piano di calpestio e ripiantando gli alberi.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.