Quantcast

Brescia, coppia di anziani intossicati in casa salvati dalla Polizia locale

E' successo ieri mattina in un appartamento al primo piano in via Camozzi. I due coniugi portati al Città di Brescia.

(red.) Alle prime ore di ieri, domenica 24 gennaio, una coppia di anziani residenti al primo piano di una palazzina in via Camozzi a Brescia, in città, è stata salvata dopo aver rischiato di morire soffocata a causa del fumo innescato da un principio d’incendio divampato poco prima. Le fiamme sarebbero partite da un cattivo funzionamento di una stufa a gas presente nella camera da letto e che ha poi portato il fumo a diffondersi nelle altre stanze.

E’ stato un altro inquilino a quell’ora, intorno alle 7, ad avvertire un forte odore di bruciato avvertendo prima i vigili del fuoco e poi la Polizia locale. I primi a muoversi sono stati gli agenti della municipale dal vicino comando di via Donegani e che, verificato come la porta fosse chiusa dall’interno, hanno raggiunto un terrazzino da dove hanno infranto una finestra per far uscire il fumo.

Subito dopo si sono mossi verso l’abitazione trovando i due anziani, di 82 e 83 anni, sdraiati a terra e ancora coscienti. Sul posto erano state allertate anche le ambulanze che hanno trasportato i due in codice giallo al Città di Brescia per sottoporsi alla terapia iperbarica. Infine, i vigili del fuoco hanno messo in sicurezza l’appartamento, poi dichiarato inagibile.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.