Quantcast

Mercato annullato, pace tra ambulanti e Loggia. Nuove date e danni

Ieri l'incontro dopo la protesta dei venditori che meno di 24 ore prima erano stati avvisati della cancellazione.

(red.) Dopo la protesta che gli ambulanti avevano messo in campo domenica 13 dicembre nel momento in cui cercavano di raggiungere, alla guida dei propri furgoni, piazza Vittoria, ieri, lunedì 14, in prefettura si è svolto un incontro di riappacificazione. L’appuntamento è stato voluto e condotto dal prefetto Attilio Visconti che aveva subito raccolto le istanze di chi protesta e ha fatto da mediatore per l’incontro di ieri. Da una parte le associazioni di categoria degli ambulanti e dall’altra l’assessore al Commercio di palazzo Loggia Valter Muchetti.

Al centro, il mercato Emporium che era stato annullato per evitare assembramenti e la cui decisione era stata comunicata ai venditori soltanto nel primo pomeriggio di sabato. Dall’incontro di ieri è emerso che si valuteranno un paio di date, superata l’emergenza Covid, in cui si potrà svolgere il mercato Emporium. Ma dall’altra gli stessi ambulanti chiedono 1.000 euro di risarcimento danni per ciascuno dei 35 partecipanti che avevano compiuto delle spese proprio per partecipare al mercato.

E su questo fronte l’assessore ha detto loro che, con l’intesa del sindaco Emilio Del Bono, si valuterà. Ma d’altro canto le stesse associazioni di categoria sono state anche invitate a partecipare a un tavolo venerdì 18 dicembre per stendere il regolamento sui mercati. E dalla stessa Loggia fanno sapere di aver potuto avvisare gli ambulanti solo sabato, nel momento in cui l’ordinanza da zona gialla era stata firmata la notte precedente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.