Brescia, medici e infermieri del Civile replicano il presidio di protesta

Come la scorsa settimana, ma con ancora più camici bianchi, la forma di protesta sulla scalinata all'ingresso.

(red.) Gli stessi camici bianchi di medici e infermieri, ma stavolta in un numero maggiore, dell’ospedale Civile di Brescia hanno replicato anche ieri, venerdì 27 novembre, il presidio di protesta stando fermi sulla scalinata principale della massima struttura sanitaria cittadina. Esattamente come la scorsa settimana, ieri circa 200 lavoratori al momento del cambio del turno hanno tenuto alle spalle la direzione e guardando in avanti all’ingresso dell’ospedale.

I medici e operatori sanitari continuano a criticare il fatto di non essere stati coinvolti nell’organizzarsi in questa seconda ondata e anche la scarsa preparazione sulla pressione ai danni degli ospedali. “Chiediamo di essere coinvolti – dicono dai rappresentanti sindacali – non di subire le decisioni dall’alto”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.