Canton Mombello, sopralluogo dei Nas alla mensa degli agenti penitenziari

Un controllo è stato avviato anche dai vertici interni. Una contestazione rivolta alla ditta che gestisce il servizio.

(red.) Il caso della mensa a disposizione degli agenti della Polizia penitenziaria all’interno del carcere di Canton Mombello a Brescia e in precarie condizioni igienico sanitarie aveva assunto anche i contorni nazionali di una polemica. Emersa quella situazione, che in realtà gli agenti denunciavano da tempo, è stata compiuta un’ispezione da parte dei tecnici interni e contestando l’impresa esterna che si occupa del servizio.

In seguito è scattata una segnalazione anche all’Ats e al Nas dei carabinieri che hanno effettuato i sopralluoghi necessari. Così sono state rilevate le responsabilità dell’azienda esterna, mentre dalla direzione dell’istituto di pena dicono di voler svolgere controlli quotidiani per verificare il rispetto delle operazioni connesse al servizio.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.