Scuola e Dad, al Calini di Brescia quattro studenti fanno lezione fuori

Ha raggiunto anche Brescia la protesta innescata a Torino. Si chiede di tornare a fare lezione in classe.

(red.) Tutto era partito da una giovane studentessa di Torino che aveva raggiunto l’esterno della scuola alla quale è iscritta con tanto di banco e computer per fare lezione. L’esempio ha ispirato molti altri studenti tanto da lanciare il movimento “School for future” e che ieri mattina, venerdì 20 novembre, ha raggiunto anche Brescia. Quattro studenti del liceo Calini, rappresentanti d’istituto, si sono posti con i loro banchi attaccati al muro dell’edificio e hanno iniziato a fare lezione vestiti con cappotti e sciarpe per proteggersi dal freddo. Mentre un bar di fronte al liceo ha portato loro delle bevande calde.

Una forma di protesta pacifica con cui tutti gli studenti ora costretti alla didattica a distanza chiedono di poter tornare a fare lezione in classe e davanti ai loro insegnanti. Anche perché, come ribadito dagli stessi studenti di ieri, il problema del contagio non è derivante dalle scuole aperte, ma semmai dal trasporto pubblico. I quattro studenti che ieri hanno protestato pacificamente hanno detto di aver lanciato una raccolta firme incassando l’adesione di dieci istituti cittadini e per 1.100 firme.

Tanto che si propone di organizzare una forma di protesta identica in tutte le scuole che hanno aderito. Un appoggio, nel caso del Calini, è arrivato anche dal dirigente scolastico Marco Tarolli. Mentre gli studenti sono tutti convinti della stessa idea: la didattica a distanza non è scuola, visto lo scarso livello di attenzione stando per ore davanti a un computer e anche per le distrazioni in cui si può incappare stando a casa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.