Brescia, in stazione con mezzo chilo di eroina: patteggia

Ieri l'udienza per un 48enne che venne arrestato ai primi di marzo mentre stava per salire a bordo di un treno.

(red.) Dai primi di marzo è detenuto nel carcere di Canton Mombello a Brescia dopo essere stato arrestato in flagrante alla stazione ferroviaria di Brescia e in attesa del treno verso Verona. I suoi precedenti per droga e danni al patrimonio avevano indotto il giudice a tenerlo dietro le sbarre. Lui è un 48enne tunisino che venne fermato dalla Polfer per la presenza di un pacchetto sospetto che portava sotto la giacca.

All’interno c’era mezzo chilo di eroina che il pusher aveva cercato di affibbiare a qualcun altro, ma inutilmente. Dopo quell’arresto, ieri, venerdì 23 ottobre, in tribunale a Brescia si è svolta l’udienza preliminare in cui l’uomo ha deciso di patteggiare una pena a 3 anni e due mesi di reclusione e con il pagamento di 12 mila euro di multa. Dopo aver espiato la pena, sarà espulso.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.