Brescia, “aggredito dall’agente di Polizia”. Un presidio per lui

Domani alle 15 in via Bevilacqua (Fiumicello) una manifestazione di solidarietà a favore della vittima.

(red.) Domani pomeriggio, sabato 24 ottobre, alle 15 nei giardini di via Bevilacqua nel quartiere Fiumicello a Brescia si terrà un presidio organizzato dall’associazione Diritti per tutti e dal centro sociale Magazzino 47 come segno di solidarietà nei confronti di un operaio marocchino, sposato con un’italiana e dalla quale ha avuto due figli. La manifestazione di protesta riguarda gli atteggiamenti che un agente della Polizia locale di Brescia avrebbe riservato all’uomo lo scorso 15 ottobre.

Come viene raccontato, la presunta vittima di quei trattamenti si trovava in un bar con la famiglia. A un certo punto era stato raggiunto da un agente che gli aveva chiesto i documenti e con l’intento di perquisirlo. Tutta la scena è stata ripresa dalla moglie dell’uomo con un cellulare e postata sui social. Ma gli attacchi da parte dell’agente sarebbero proseguiti al comando di via Donegani.

L’uomo, che ha presentato denuncia ai carabinieri contro il vigile, ha detto di essere stato mandato con la faccia contro il muro. Per le associazioni che ora manifestano in sua solidarietà, si sarebbe trattato di un grave episodio di violenza e abuso di potere. Tra l’altro, lo stesso uomo era stato poi rilasciato quando si è venuti a capo di uno scambio di persona. Dal quartiere fanno sapere di aver più volte segnalato quell’agente e i suoi comportamenti ritenuti troppo aggressivi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.